obiettivi-di-lavoro

5 Modi per settare obiettivi di lavoro con le mestruazioni

Obiettivi di lavoro e mestruazioni

Forse pensi che il tuo ciclo mestruale e i tuoi obiettivi di lavoro ( ma anche di vita personale) non abbiano proprio nulla in comune, e invece sto per svelarti che sono due elementi più collegati di quello che credi! Da quando hai avuto le prime mestruazioni (la parola corretta per definirle è menarca), probabilmente ti hanno insegnato che avresti avuto un fastidio in più ogni mese e da quel momento in poi saresti stata una signorina. Fortunatamente però, questa è solo una piccolissima parte di quello che significa per una donna avere un ciclo mestruale.

Sì, perché nonostante siamo abituate a pensare alle mestruazioni come l’unico evento rilevante del nostro ciclo (e non lo consideriamo neanche nella sua interezza!), in realtà attraversiamo diverse fasi durante il mese. Il dono più grande del tuo ciclo è che puoi usare la tua consapevolezza per stabilire e raggiungere i tuoi obiettivi con facilità! Scopriamo insieme come fare.

Step 0: conosci te stessa. La mappatura

Come abbiamo già detto, il tuo ciclo mestruale è composto da più fasi: mestruazioni, fase post mestruale (o preovulatoria), ovulazione e fase premestruale. Per iniziare a settare i tuoi obiettivi di lavoro con il tuo ciclo, devi conoscere a fondo il modo in cui il tuo corpo e il tuo cervello funzionano durante ognuna di queste fasi.

obiettivi-di-lavoro-smart

Attenzione! Ogni donna è unica, ed è improbabile che il tuo ciclo funzioni esattamente come quello di un’altra. Prendendo informazioni da una fonte generica, non riuscirai a comprendere a fondo il modo in cui il tuo ciclo ormonale ti influenza. Il modo migliore per capirlo è l’osservazione attenta di te stessa durante il mese: puoi farlo facilmente con la mappatura.

Si tratta di annotare ogni giorno la fase del ciclo in cui ti trovi e le tue sensazioni riguardo agli aspetti che ti interessano. Se parti da zero e non sai come mapparti, puoi leggere come fare sull’articolo dedicato a come mappare il ciclo mestruale. Questo primo passaggio è importantissimo per iniziare a settare i tuoi obiettivi: al centro di tutto quello che fai, degli obiettivi che ti poni e di come li porti a termine ci sei solo tu, la tua unicità e le tue caratteristiche.

Una volta che hai maggiori informazioni su come funziona il tuo ciclo, sei pronta per sfruttarlo al meglio per definire obiettivi precisi e portarli a termine.

1 La tua energia è ciclica, non lineare

La cosa più importante da capire, quando ti poni degli obiettivi, è che la tua energia non è lineare, come hanno sempre cercato di farti credere, ma ciclica! Questo significa che non ti sentirai sempre allo stesso modo a livello di energia, motivazione e lucidità mentale, ma avrai picchi verso l’alto e verso il basso.

Non puoi farci proprio nulla e il primo passo è accogliere questo movimento ciclico senza tentare di cambiarlo, il passo successivo è riuscire a sfruttarlo come una risorsa!

Il fatto che la tua energia è ciclica significa che non sarà sempre al medesimo livello, ma al tempo stesso significa anche che ha un ritmo molto prevedibile, che ti permette di pianificare in modo preciso le attività che devi svolgere in ogni momento per essere più efficace.

Per esempio, se hai come obiettivo quello di migliorare la tua forma fisica andando in palestra, conoscere il tuo ciclo ti permette di avere bene in mente quali sono i momenti in cui renderai meglio con attività più impegnative e quali quelli in cui al tuo corpo gioverà un workout più dolce.

2 Hai una fase che sembra fatta apposta per l’organizzazione

mappatura-mestruazioni

Sempre parlando di ciclicità, sapevi che molto probabilmente in una delle tue fasi hai tutte le carte in regola per mettere a punto i tuoi obiettivi e organizzarti per raggiungerli nel futuro?

Molte donne riconoscono la fase post mestruale come quella più adatta alla pianificazione e allo svolgimento di tutte le attività che richiedono precisione e puntualità, ma non è detto che sia così anche per te.

Osservandoti con la mappatura, scoprirai che ci sono alcuni giorni del mese in cui la mente lavora in modo produttivo e lucido, e questo ti permette di mettere in ordine tutte le idee, per una strategia inattaccabile! Questo sarà il momento di settare i tuoi obiettivi di lavoro, o personali, e pianificare tutti gli step necessari per raggiungerli, avendo cura di sfruttare nel modo migliore tutte le fasi del tuo ciclo.

3 Ogni fase ha i suoi doni: sfruttali!

Ma quindi la fase dell’organizzazione è fantastica e le altre sono tutte da buttare? Assolutamente no! Un’altra chiave importantissima per raggiungere i tuoi obiettivi con il ciclo mestruale è capire i doni che ogni fase porta con sé e accoglierli per quello che sono.

Siamo abituate a pensare che solamente la lucida organizzazione e la massima efficienza siano utili, ma tendiamo a dimenticare un aspetto ugualmente importante e molto potente: l’interiorità e l’intuizione.

Durante il tuo ciclo mestruale, infatti, ti capiterà di affrontare momenti in cui ti sembra molto più difficile esporti all’esterno e agire in modo veloce e reattivo, e potresti sentirti frustrata se ti aspettassi di fare tutte queste cose. In realtà, le fasi del tuo ciclo in cui ti senti più stanca sono quelle più adatte all’introspezione, e quindi ad avere intuizioni e idee.

Concorderai con me che anche questi aspetti sono molto importanti per raggiungere un obiettivo!

Se per esempio hai un obiettivo per il tuo business e per raggiungerlo hai predisposto azioni di marketing, stare nella tua interiorità potrebbe permetterti di coltivare ottime idee per le tematiche da trattare nei tuoi contenuti.

Per molte donne, la fase migliore in questo senso è quella premestruale, per altre quella mestruale, ma non mi stancherò mai di dirlo: non siamo tutte uguali!

4 Il ciclo come unità di misura

obiettivi-professionali-donne

Perché un obiettivo sia definibile tale, è fondamentale che sia misurabile: se infatti sei troppo generica nel definirlo, sarà molto difficile capire se l’hai raggiunto o no! Quando rendi il tuo obiettivo misurabile, devi anche darti una misura temporale, perché se non hai una scadenza, sarà molto facile cadere nella procrastinazione e ridurre i tuoi intenti a dei semplici sogni.

Ed ecco che il tuo ciclo torna utile: sapere quali step ti servono per portare a termine il tuo obiettivo e quali sono le fasi più adatte a compierli ti permette di quantificare il tempo necessario e darti una scadenza precisa.

5 E se qualcosa va storto?

Per quanto tu possa programmare tutto nei minimi dettagli, gli imprevisti sono dietro l’angolo, anche quando gli obiettivi sono chiari e definiti e l’organizzazione precisa.

Cosa fare quando un evento esterno ti rompe le uova nel paniere? Conoscere la tua ciclicità ti permette di non farti prendere dal panico: hai nelle tue mani uno strumento potentissimo, la conoscenza di te stessa!

Proprio come hai settato i tuoi obiettivi la prima volta, puoi riprogrammare tutto, rispettando le fasi del tuo ciclo e le tue inclinazioni. Un’organizzazione basata sul tuo ciclo mestruale poi ti permette anche di quantificare il danno e capire in che modo puoi riparare nel modo più efficiente, in base alla fase del ciclo in cui ti trovi.

Obiettivi e ciclo: la formula per te

Insomma, conoscere il tuo ciclo mestruale e come ti influenza è fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi, che si tratti di lavoro o vita personale.

Iniziare a conoscerti è un passo importantissimo di presa di responsabilità, il primo per cambiare la tua vita e raggiungere risultati che non avresti creduto possibili (questa è una delle tematiche centrali del Master in Coaching al femminile dell’Accademia Orme di Luna).

Se vuoi saperne di più su trasformazione e obiettivi, seguimi anche su Instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top